ASSOSINDERESI AWARDS PRIMA EDIZIONE: CERIMONIA DI PREMIAZIONE

Svelati i nomi dei vincitori delle categorie saggistica, narrativa e poesia.

Si è conclusa nel pomeriggio di sabato 14 maggio, presso il Palazzo Arese Borromeo di Cesano Maderno, la prima edizione del Concorso letterario “Assosinderesi Awards”, che ha visto la partecipazione di centinaia di opere in gara, a dimostrazione del successo riscosso dall’ iniziativa, ideata e diretta dalla Presidente del Premio, la scrittrice Donatella Rampado, che quest’anno è stata  insignita anche della Vicepresidenza del Comitato nazionale per la celebrazione dei 150 anni dalla nascita di Grazia Deledda, sorto in seno a “Wikipoesia”. L’evento si è svolto in presenza, alternando momenti d’intrattenimento alla proclamazione dei vincitori, sotto la guida dell’eccellente conduttore Piero Muscari e con la possibilità di seguire la diretta streaming on demand su Scrittori,Tv, la webtv dedicata all’editoria e al mondo dei libri. Tre i Presidenti di giuria, nomi illustri del panorama della letteratura contemporanea mondiale, uno per ciascuna delle tre categorie di riferimento: il dott. Rodolfo Vettorello per la poesia edita e inedita; il prof. Hafez Haidar per la saggistica edita e inedita; il prof. Orazio Antonio Bologna per la narrativa edita e inedita. A impreziosire la manifestazione, il contributo delle associazioni “TikiTaka”. “Scuola di musica SMS” e “Gli Allegri Viandanti”, grazie alle quali è stato possibile coinvolgere gli insegnanti e i ragazzi portatori di disabilità nelle vesti di declamatori delle opere, momenti di intrattenimento musicale e di camerieri al momento del rinfresco, sia all’ingresso che all’interno del Palazzo. “La nostra attenzione verso il sociale, la naturale propensione all’inclusione e l’idea di rendere i soggetti portatori di fragilità protagonisti attivi della kermesse sono piaciute davvero a tutti” ha dichiarato Donatella Rampado “ed è una caratteristica che ci contraddistingue rispetto agli altri Concorsi. Il nostro, infatti, non si esaurisce nella mera esaltazione della cultura, ma mira a fare cultura anche e soprattutto attraverso l’esaltazione della bellezza, ampliando il già sostanzioso panorama letterario con questi intensi ed emozionanti scorci di umanità. Ho partecipato a molti concorsi letterari, ma mai mi sono emozionata come in questa serata, complice anche il fatto che più di un autore mi ha ringraziata per la cura e l’entusiasmo con cui ho organizzato l’evento, senza abbattermi per la crisi pandemica in corso e senza rinunciare a una cerimonia di premiazione dal vivo, tale da consentire loro di sentirsi gratificati e di riprendere con maggiore slancio, animati da migliori propositi, le proprie attività culturali. È un qualcosa che mi rende particolarmente felice, poiché mi ripaga di tutti gli sforzi compiuti. Ed è un compenso che non si quantifica, perché il suo valore è l’arricchimento spirituale che ne ho ricavato “. I criteri adoperati dalla giuria nel selezionare i testi meritevoli sono stati, per la saggistica, la qualità della ricerca e l’attualità del tema trattato; la capacità di strutturare e sviluppare una storia, per ciò che concerne la narrativa; infine, l’efficacia dell’uso della parola e l’impatto emotivo, per ciò che concerne la poesia.

Riportiamo, di seguito, i nomi dei vincitori e dei menzionati di questa prima edizione.

Per la narrativa edita:

primo premio conferito a Francesca Sassano per l’opera “Lei stava lì”;

secondo premio conferito a Paolo Ricci per l’opera “La signora del calesse”;

terzo premio conferito a Claudio Loreto per l’opera “Sulle ali del gabbiano”.

Per la narrativa inedita:

primo premio conferito a Franco Mauro per l’opera “Esilio in Costa Azzurra (come andò veramente)”;

secondo premio conferito a Emanuele Cavarra per l’opera “L’enigma di Magdala”;

terzo premio conferito a Gabriella Cinti per l’opera “Ti regalo un figlio di carta”;

menzione della giuria conferita a Basilio Paolo Colucci per l’opera “Gli Svevi di Braga” e a Benny Pistone- Paolo Luniddi per l’opera “Finalmente Luna”.

Per la poesia edita:

primo premio conferito a Franco Campegiani per l’opera “Dentro l’uragano”;

secondo premio conferito Gabriella Cinti per l’opera “La lingua del sorriso, poema da viaggio”;

terzo premio conferito a Franco Casadei per l’opera “Il bianco delle vele”;

menzione della giuria conferita a Chris Mao per l’opera “Corpo libero” e a Roberto Casati per l’opera “Appunti e carte ritrovate”.

Per la poesia inedita:

primo premio conferito a Tommaso Righetto per l’opera “In un insolito altrove- alla fonte della mia lirica nera”;

secondo premio conferito a Elisabetta Liberatore per l’opera “Istantanea e altre poesie”;

terzo premio conferito a Luisa Di Francesco per l’opera “Racconto di donna”;

menzione della giuria conferita a Aurelio Zucchi per l’opera “Sulle ali dei ricordi”.

Per la saggistica edita:

primo premio conferito ad Andrea Antonioli per l’opera “Il secolo d’oro del Rinascimento”;

secondo premio conferito a Franco Campegiani per “Ribaltamenti. Democrazia dell’archè e assolutismi della dea Ragione”;

terzo premio conferito a Andrea F. Patergnani per l’opera “Tra politica e diritto- Piero Calamandrei e il Partito d’Azione”;

menzione della giuria conferita a Giandomenico Belliotti per l’opera “Silvio Novembre. Il coraggio oltre il dovere”, a Michela Mercuri per l’opera “Il mito dal mondo classico al melodramma “, ad Alessandro Izzi per l’opera “Film come requiem” e a Francesco Villotta per l’opera “L’eretico-Pierpaolo Pasolini-Pensieri, opere e parole”.

Per la saggistica inedita:

primo premio conferito a Ruggiero Dibitonto per l’opera “Le parole della scuola (dalla A alla Z)”;

secondo premio conferito a Antonio De Caro per l’opera “(Ri)trovare la propria voce. Alcune riflessioni sull’uso della letteratura nella relazione di aiuto”;

terzo premio conferito a Daniel Tinto per l’opera “Quinto mistero!”;

menzione della giuria conferita a Clemente La Marca per l’opera “La Divina Commedia di Napoli”.

Milena Cicatiello 

Controlla anche

IL PAESE DELLE COSE MAI VISTE

Premessa importante: si tratta di un’iniziativa di un privato, di un’azienda del settore, evidentemente. E …