FDI CAPACCIO PAESTUM: “ALFIERI NON PUÒ RESTARE INSENSIBILE SUI TRIBUTI”

Con una nota stampa del commissario cittadino, avvocato Michelina Di Spirito, il circolo di Fratelli d’Italia di Capaccio Paestum chiede interventi per la riduzione dei tributi locali in questo momento così difficile per i cittadini e denuncia il totale menefreghismo su questo tema da parte dell’Amministrazione Alfieri. 

Nonostante le richieste di adozione di misure urgenti al Comune di Capaccio Paestum, al fine di tutelare e salvaguardare le imprese della nostra comunità e la sopravvivenza delle attività commerciali di Capaccio Paestum, ad oggi il nostro Comune è completamente disinteressato e latitante.

LA PROPOSTA DI UNA PIATTAFORMA E-COMMERCE COMUNALE

FDI ha sollecitato la costruzione di una piattaforma on line per l’e-commerce cittadino (prot. Ente n. 0002118 del 19.01.2021- verifica fattibilità progetto riscontro del 16.12.2020) che consentirebbe a tutti i cittadini di potersi connettere con le varie attività locali sparse sul territorio, per il rilancio delle attività commerciali, soprattutto di quelle che, a causa della manovra del Governo sono state considerate non essenziali. La proposta, che ha trovato in un primo momento un riscontro positivo dell’assessore Picariello, non è al momento stata attuata.

SERVE UNA URGENTE RIDUZIONE DEI TRIBUTI LOCALI

Successivamente, il circolo di FDI ha invitato il Comune di Capaccio Paestum ad accogliere la richiesta urgente di attuare una riduzione dei tributi locali per le imprese (a titolo di esempio ristorazione, alberghi, atelier abiti da sposa, negozi di bomboniere, fiorai, abbigliamento in genere, palestre, piscine, ecc.), riduzione richiesta non solo per l’anno 2020 ma anche per il 2021, come già altre Pubbliche Amministrazioni stanno facendo, al fine di garantire anche liquidità alle strutture per una futura ripresa e al fine di impedire il preannunciato disastro economico della nostra città. La “cura precoce” è fondamentale ed è necessario pensare, nell’immediato, a misure straordinarie in questo momento emergenziale. Le nostre imprese, rappresentano un elemento fondamentale dell’economia territoriale, e debbono essere sostenute, con misure capaci di intervenire nell’emergenza e nella ripresa. Per questo motivo Fratelli D’Italia ha proposto una riduzione (Tari, Tosap, Imposta sulla Pubblicità, Imu, ecc.) proporzionata al reddito effettivamente percepito nell’anno 2020 tenendo conto delle chiusure per ben 4 mesi ed oltre.

LA TOTALE ASSENZA DELL’AMMINISTRAZIONE ALFIERI

Nonostante le richieste di immediato intervento da parte di FDI, anche con la collaborazione e il confronto politico amministrativo, il Comune di Capaccio Paestum è ASSENTE, più che aiutare l’intero sistema produttivo ben pensa a sgretolarlo con l’invio di richieste di pagamento. Il benessere per i cittadini non è solo effettuare investimenti per abbellire la nostra terra, in questo preciso momento storico il Comune di Capaccio Paestum deve mettere davanti a tutto “il benessere economico e sociale del paese a garanzia dei cittadini”. La mancanza di interventi concreti e tempestivi a livello comunale inciderà, inevitabilmente, sul futuro economico della nostra amata città, in cui molte attività sono a rischio chiusura ed alcune hanno già definitivamente cessato l’attività. Per tali motivi, richiediamo e reiteriamo con forza l’intervento, eccezionale ed urgente, da parte del Comune di Capaccio Paestum che non può vanificare, lasciando nel dimenticatoio, i sacrifici di una vita dei suoi cittadini.

Fratelli D’Italia Capaccio Paestum

Il Commissario Cittadino

Avv. Michelina Di Spirito

Controlla anche

IL DIRITTO ALL’EUTANASIA – LIBERTÀ DI MORIRE E SUICIDIO ASSISTITO

Il diritto all’eutanasia si esplica nella libertà di ogni individuo che sia affetto da una …