IL FITNESS NELLA TERZA ETÀ

In un’epoca in cui la popolazione anziana continua a salire vertiginosamente, è fondamentale capire come ottimizzare lo stato di salute di questa fascia di persone, caratterizzata da una maggiore incidenza di complicazioni fisiche. Vari studi hanno dimostrato che l’attività fisica è un ottimo mezzo per rallentare e rendere meno problematico il processo dell’invecchiamento, mantenendo un buono stato di salute e prevenendo la perdita di funzionalità, la diminuzione dell’autonomia e la degenerazione muscolare e nervosa centrale. Per enfatizzare quanto importante sia praticare fitness anche in terza età, di seguito elencheremo i principali benefici e i vantaggi che può determinare sull’anziano:

Con l’avanzare degli anni, può comparire una lunga serie di problematiche fisiche che va a toccare un po’ tutti i distretti del corpo. L’esercizio fisico motorio, razionalizzato, ottimizzato e continuativo, fa sì che questa degenerazione rallenti e in alcuni casi regredisca. Ovviamente, il fitness per gli anziani non è lo stesso per adulti o soggetti in età evolutiva. Bisogna, infatti, rispettare precise linee guida. Il compito di personal trainer e tecnici sportivi è quello di educare l’anziano al fitness, seguendo sempre due crismi fondamentali:

  1. Collaborare con un medico, che valuterà la salute del soggetto. Si raccomanda sempre la certificazione medico-sportiva, almeno di base.
  2. Proporre un piano di allenamento personalizzato, costruito in base alle esigenze.

Vincenzo Ferruzzi

Controlla anche

AMAZON PRIME VIDEO – LE ANTICIPAZIONI 2021, DALLE SERIE TV AI REALITY

Sarà sempre più difficile fare a meno di Amazon Prime Video anche in Italia. Se, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.